Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2017 alle 11:31

"Si sono suicidati per non morire di sete": trovati dopo mesi i corpi di due giovani

Si sono suicidati per non morire di sete. Dalla scorsa estate non si avevano più notizie di due ventenni, Rachel Nguyen e Joseph Orbeso. I due si erano smarriti durante un’escursione in una zona desertica del Joshua Tree National Park (California). Una gita per festeggiare il compleanno della ragazza. Un’intera vita davanti a loro, una grande passione per l’escursionismo. Quando i proprietari della pensione dove i due alloggiavano in quei giorni non li hanno più visti tornare, hanno allertato i soccorsi. Le temperature superavano i 40 gradi in quei giorni di fine luglio.

Dopo una lunga mobilitazione dei soccorritori, sono stati trovati solo la scorsa settimana i corpi senza vita dei due ragazzi. L’ipotesi più probabile è che una volta terminati acqua a cibo lui avrebbe sparato a lei e poi rivolto la propria pistola contro di sé. I cadaveri sono stati rinvenuti abbracciati sotto a un albero. Avevano indumenti sulle gambe, come a coprirsi dal sole. Un omicidio-suicidio, scrive la stampa californiana.

“Non portiamo rancore verso Joseph o la sua famiglia”, comunicano in una nota i parenti della ragazza. “Ringraziamo Dio di poter offrire una degna sepoltura a Rachel”. “Finché non avremo alcuna prova che ci indichi il perché dello sparo, possiamo solo avanzare delle ipotesi – fanno sapere fonti della polizia locale – Avevano razionato il cibo, finito l’acqua, e cercavano di ripararsi dal sole: tutto ciò getta una luce diversa sulle circostanze evidentemente disperate”.

(Visited 13 times, 1 visits today)

Commenta per primo on ""Si sono suicidati per non morire di sete": trovati dopo mesi i corpi di due giovani"

Scrivi un commento

Your email address will not be published.


*